Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2015

SECONDO INCOSCIENZA

Immagine
Il Senato, con 189 no, 96 si e 17 astenuti («Questi non hanno speranza di morte/e la lor cieca vita è tanto bassa,/che 'nvidiosi son d'ogne altra sorte./Fama di loro il mondo esser non lassa;/misericordia e giustizia li sdegna:/non ragioniam di lor, ma guarda e passa"». Inferno, III, 56-51), ha respinto la richiesta d’arresto per il senatore Antonio Azzollini (ricordate quello che disse alle suore della Divina Provvidenza: “Da oggi in poi comando io, se no vi piscio in bocca”). Azzollini era accusato di bancarotta fraudolenta e di associazione a delinquere nell’ambito dell’inchiesta sul crac della casa di cura Divina Provvidenza di Bisceglie, l’8 giugno Orfini del PD aveva dato per inevitabile l’adesione del PD alla richiesta d’arresto dei magistrati di Trani, e lo scorso 8 luglio la Giunta per le immunità parlamentari del Senato si era già espressa a favore dell’arresto del senatore. Sembrava cosa fatta, sembrava già di vedere Azzollini in camicia a righe in qualche patria…

L'OMBRA DELLA LUCE

Immagine
“È la bellezza un raggio di chiarissima luce che non si può ridir quanto riluce né pur quel ch’ella sia. Chi dipigner desìa Il bel con le sue parole e i suoi colori, se può dipinga il sol”. (Torquato Tasso, È la bellezza un raggio, in Rime)