mercoledì 16 maggio 2018

MAGLIA ROSSA



Make Israel great again ... osservate bene i confini dello stato di Israele che Theodore Herzl, il fondatore del sionismo, auspicava; comprendono l'attuale Israele, la Giordania, gran parte della siria, un pezzetto di turchia (tanto per non farsi mancare nulla), parte dell'Iraq e il nord dell'Arabia Saudita ... roba da far scoppiare la terza guerra mondiale, se possiedi l'atomica e hai la protezione del più coglione dei presidenti USA. 

Roger Waters (Pink Floyd), scrive con lo spray le parole ‘No Thought Control’ su un tratto del muro di separazione in Cisgiordania.






Il giornalista israeliano Kobi Meidan che lavora presso la Israel Army Radio,  ha pubblicato sul suo profilo Facebook un post in cui diceva di “vergognarsi di essere israeliano”, in riferimento alle proteste del giorno prima in tutta la Striscia di Gaza che hanno portato agli scontri con le Forze di difesa israeliane (Idf) e alla morte di almeno 18 persone. Ora rischia il licenziamento.

Queste mappe parlano da sole, hanno ridotto i palestinesi ad una riserva indiana.


Ahed Tamini nel dicembre del 2017 schiaffeggiò un soldato israeliano nel corso di una protesta a Nabi Salih (Hebron) contro l'ennesima occupazione israeliana di nuovi territori palestinesi; a causa di ciò è stata arrestata dai militari israeliani e ha patteggiato una condanna ad otto mesi di prigione e al pagamento di 5000 shekel per aggressione, incitamento alla rivolta e lancio di pietre. Viene taciuto che Tamini schiaffeggiò il militare dopo che un suo cugino di 15 anni era stato colpito alla testa da un proiettile d'acciaio rivestito di gomma, che lo aveva colpito da distanza ravvicinata e lo aveva ferito gravemente. Ahed Tamini aveva 16 anni quando questo è successo, ora ne ha compiuti 17.


Proteste in Sicilia e in Campania per il Giro d'Italia partito da Gerusalemme; gli israeliani per dare visibilità all'evento sportivo hanno organizzato questo ennesimo bel crimine contro l'umanità. La maglia del giro non è più quella rosa, consueta, data l'occasione si è preferito il più adatto rosso sangue.


























Questi imbecilli sono giovani israeliani, residenti nei territori della Palestina occupata; in vista della marcia pacifica per ritornare nelle loro case, marcia simbolica s'intende, hanno attrezzato questo osservatorio per non perdersi quello che hanno definito come "The best show in town", ovvero il tiro al piccione che i militari israeliani hanno effettuato sui manifestanti palestinesi pacifici e disarmati che volevano oltrepassare i gate che separano i due territori.


Questuomo non parteciperà più a nessun giro ciclistico.





Come gli israeliani vorrebbero essere ....




Quel gran pezzo della Ivanka ...



Ahed Tamini












Bastardi, assassini!